Palestra Sicura
"Prevenzione e Benessere"

Palestra Etica   Palestra Sicura
18 December 2015  
 

Palestra Sicura

Palestra Sicura
 

Cos'è

Il progetto Palestre Sicure - Prevenzione e Benessere eÌ€ compreso nel Piano nazionale d’azione 2008 contro le dipendenze, e nasce dall’esigenza di prevenire e contrastare tra i frequentatori delle palestre e dei centri di fitness l’utilizzazione e la diffusione delle sostanze dopanti, promuovendo un modello di buona gestione complessiva mirato al miglioramento dello stato di salute e di benessere degli utenti.
PiuÌ€ in generale, il progetto si propone di valorizzare il ruolo di tali centri nella promozione di un’attivitaÌ€ che tuteli la sicurezza degli utenti e che miri alla promozione di uno stile di vita sano. Esso eÌ€ stato definito nel pieno rispetto delle norme specifiche giaÌ€ emanate in materia da alcune Regioni, nonché nel rispetto degli obiettivi del Programma quadro Guadagnare Salute, coordinato dal Ministero della Salute con il contributo di nove dicasteri, finalizzato a rendere piuÌ€ facili le scelte salutari e di promuovere campagne informative che mirino a modificare comportamenti inadeguati che favoriscono l’insorgere di malattie degenerative di grande rilevanza.
Per questo, al fine di valorizzare il ruolo delle attivitaÌ€ motorie come strumento di benessere psico fisico degli individui giovani e meno giovani, nel rimandare al livello regionale la fase applicativa dell’intero progetto si individuano gli Assessorati e i Dipartimenti responsabili delle politiche per la Salute (con possibili eccezioni) come principali esecutori e coordinatori delle azioni previste. Sulla base di cioÌ€, inoltre, nell’implementazione delle fasi per il raggiungimento degli obiettivi, il settore della SanitaÌ€ svolgeraÌ€ un ruolo fondamentale sia in termini di verifica e controllo verso le Palestre aderenti, sia in riferimento ad azioni di sensibilizzazione dei cittadini verso modelli corretti e sani di attivitaÌ€ motoria e sportiva.

Obiettivi generali

Il progetto va inteso come una rilevante opportunità di intervenire su una molteplicità di aspetti riconducibili a due macrobiettivi:

  1. la qualità e la sicurezza delle esercitazioni proposte agli utenti;
  2. la promozione tra gli stessi di uno stile di vita sano.


Il primo macrobiettivo riguarda i seguenti aspetti:

  • la qualitaÌ€ della valutazione iniziale dell’utente: l’etaÌ€, lo stato di salute, gli eventuali paramorfismi e le eventuali possibilitaÌ€ di correzione o compensazione, le sue aspettative e il
  • suo tempo disponibile;
  • la verifica periodica della sua condizione fisica, attraverso test ripetibili e significativi;
  • la corretta esecuzione delle esercitazioni e la prevenzione dei traumatismi;
  • la capacitaÌ€, al bisogno, di orientare l’utente verso interventi fisioterapici o di rieducazione dopo eventuali traumatismi, rispettando i naturali tempi di recupero.

Il secondo macrobiettivo è riferito ai seguenti aspetti:

  • la promozione presso gli utenti di corrette abitudini alimentari, evitando l’inutile ricorso alle integrazioni, specialmente di tipo proteico (aminoacidi a catena ramificata e creatina);
  • l’educazione al corretto uso dei farmaci limitato alle esigenze terapeutiche comprovate da prescrizione medica; in particolare, attraverso una sistematica informazione e sensibilizzazione, si puoÌ€ mirare all’eliminazione o quantomeno alla riduzione della domanda di farmaci scorrettamente collegati con l’attivitaÌ€ fisica, come i farmaci dopanti, gli
  • anoressizzanti e l’abuso di farmaci antinfiammatori e analgesici;
  • l’educazione ad uno stile di vita attivo, evitando l’abuso dell’alcol e del tabacco e il consumo di sostanze psicoattive.

Il progetto, frutto della collaborazione tra diverse Istituzioni pubbliche e soggetti privati, manifesta le seguenti peculiarità:

  1. rappresenta l’impegno concreto delle pubbliche Istituzioni, sia nazionali che territoriali, verso la protezione della salute pubblica e a tutela del diritto dei cittadini a svolgere una pratica sportiva e motoria priva di rischi ed utile per promuovere un corretto stile di vita;
  2. costituisce un esempio di alleanza tra le pubbliche Istituzioni e i gestori delle palestre e dei centri fitness che, aderendo volontariamente al progetto e completandone il percorso, riceveranno, al termine, un attestato di qualitaÌ€ esibibile al pubblico ed utilizzabile anche nella promozione commerciale della propria attivitaÌ€. Il valore aggiunto dell’adesione al progetto, infatti, saraÌ€ dato anche dalla visibilitaÌ€ che si vuole dare all’iniziativa tra i cittadini possibili utenti dei centri sportivi, sia mediante l’ausilio degli Enti locali, sia con la collaborazione delle strutture sanitarie.
  3. pone, di fatto, coloro che non aderiscono al progetto nella condizione di doversi impegnare autonomamente per attestare agli occhi del pubblico la propria qualità operativa.
continua »
 
 
 
 

Privacy | Accessibilità | Mappa del sito | RSS news | Sitemap XML | Webmaster Progetto Palestra Sicura • www.palestrasicura.it
Con il patrocinio del Ministero della Salute e della Regione Emilia-Romagna.